Pilates

Origini del Pilates

Il Pilates è un metodo di allenamento ideato da Joseph Hubertus Pilates agli inizi del Novecento.

Pilates era un giovane cagionevole e per migliorare il suo stato di salute si dedicò a varie discipline sportive: body building, sci, subacquea, tuffi, arti marziali, yoga, boxe, acrobatica.

Cercò di trovare una strategia per permettere la mobilizzazione assistita degli arti superiori ed inferiori agganciando delle molle ai letti di degenza ed iniziando così ad elaborare i suoi particolari attrezzi:

  • Universal Reformer
  • Rehabilitation Table o Cadillac
  • Chair
  • Ladder Barrel
  • Step Barrel.

I principi basilari del metodo sono:

  1. Concentrazione
  2. Respirazione cosciente
  3. Stabilità del baricentro
  4. Precisione e allineamento
  5. Controllo motorio
  6. Fluidità e coordinazione

Ogni esercizio viene strutturato ed eseguito rispettando i punti sopraelencati.

Gli esercizi vengono svolti a corpo libero (matwork) ed integrati attraverso l’utilizzo di piccoli attrezzi quali foam roller, magic circle, elastici e palle di diverse dimensioni e consistenze.

Benefici del Pilates

Molteplici sono i benefici apportati dalla pratica del pilates poichè:

  • aumenta la consapevolezza del proprio corpo e di come esso si muove nello spazio;
  • rinforza i muscoli deputati al controllo posturale ed alla stabilizzazione della colonna vertebrale, il che si traduce in benessere per la schiena e prevenzione degli infortuni;
  • migliora l’equilibrio e la coordinazione;
  • favorisce il rapporto mente-corpo;
  • promuove la respirazione cosciente grazie alla quale si ottengono benefici generali quali senso di rilassamento e maggior ossigenazione;
  • rinforza la muscolatura addominale e del pavimento pelvico.

Per chi è indicato

Il Pilates è indicato per:

  • Problematiche di colonna e grandi articolazioni come spalla, anca, ginocchio, caviglia
  • Prevenzione e trattamento di alterazioni colonna vertebrale
  • Scoliosi
  • Rieducazione funzionale dopo quadrantectomia
  • Morbo di Parkinson
  • Allenamento per chi ha uno stile di vita sedentario.

In definitiva può essere un programma utile a tutti, ma la frequenza e la durata della sessione di allenamento vanno sempre strutturate in modo soggettivo così come gli esercizi e le progressioni con i carichi di lavoro. Proprio per tal motivo prima di accedere al gruppo viene effettuata una valutazione funzionale personale in cui si valutano i prerequisiti e le precauzioni eventuali da adottare.

Facciamo chiarezza

Essendo un metodo ampiamente utilizzato, capita spesso di trovare corsi pilates con obiettivi differenti: dimagrimento, rilassamento, prevenzione per la schiena, ecc..

Ciò potrebbe far sorgere dubbi o generare confusione. In realtà non avendo un marchio registrato ogni istruttore lo può adattare al proprio stile, in virtù della propria preparazione e formazione.

Il fatto che venga utilizzato come proposta per rieducare non rende il pilates una tecnica riabilitativa di per sè, quindi attenzione a chi ci si rivolge!

Dal profilo professionale:

«Il fisioterapista è l’operatore sanitario che svolge interventi di prevenzione, cura e riabilitazione delle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti ad eventi patologici, a varia eziologia, congenita o acquisita»

Decreto ministeriale 741/94

Bibliografia

  • Silvia M. Ranieri. Pilates Fisios Metodo Silvia Ranieri. Manuale professionale per fisioterapisti. Piccin
  • A.Patti, A. Bianco, A. Paoli, G. Messina, M.A. Montalto, M. Bellafiore, G. Battaglia, A.
  • Iovane, A. Palma. Effects of Pilates Exercise Programs in people with chronic low back pain. A systematic review. (PubMed)

© 2021 Centro Diagnostico Veneto Srl